Coronavirus: audizione Gualtieri; Saccone (Udc-Fi), tempi rapidi per nuovo decreto, riequilibrare diritti tra lavoratori dipendenti e autonomi

“Noi di Fi-Udc abbiamo dimostrato da subito senso dello Stato e non siamo qui, oggi, per consegnare la lista della spesa al ministro Gualtieri ma, al contrario, per fornire idee e suggerimenti anche in merito a riforme e provvedimenti strutturali di cui l’Italia e l’Ue hanno bisogno”. Lo ha detto, intervenendo in Commissione Bilancio, il senatore Antonio Saccone (Udc-Forza Italia), nel corso dell’audizione del ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri. “Siamo di fronte a un bivio: o ci sarà un vero rilancio dell’UE o siamo al suo de profundis”, ha aggiunto Saccone che ha giudicato positivamente l’accantonamento del Patto di stabilità ma ha sottolineato la necessità di “un intervento Antitrust per evitare scalate ostili nei confronti di società italiane; e l’emissione di Eurobond ma tenendo presente che la loro emissione deve avvenire senza alcun vincolo o condizione, senza che questi possano portare all’introduzione di un patrimoniale”. “Auspichiamo tempi rapidi per il nuovo Decreto – ha concluso Saccone – : il nostro obiettivo è riequilibrare diritti tra lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi”.