Centro: Lo Curto, Partito del popolo contro estremismi di destra e sinistra

Palermo, 20 gen. (Adnkronos) – “L’idea di fondare il Partito del popolo italiano, traducendo così l’acronimo del Ppe, è senza dubbio una ineludibile necessità politica. Mai come oggi si avverte il bisogno nel Paese di una forza politica capace di catalizzare il consenso dei moderati, dei cattolici e dei giovani che possono muoversi su un’idea assolutamente attuale qual è quella del popolarismo sturziano”. Lo dice Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana, che aggiunge: “La nostra non è una posizione di comodo, al contrario richiama alla responsabilità e all’impegno personale. Il centro moderato deve essere interprete del comune sentire del popolo italiano, che è distante dagli estremismi di destra e di sinistra”. “Oggi il più grande partito in Italia è quello degli astenuti – sottolinea la parlamentare -. Si astengono dal voto anche tutti quei giovani che non si sentono rappresentati, il mondo delle imprese, disilluso e deluso, le famiglie che vengono private della possibilità di costruire il futuro per i propri figli e per questo rinunciano a farne. Il Partito del Popolo Italiano, di cui a Roma si è parlato nei giorni scorsi, lancia una sfida che bisogna raccogliere con determinazione e impegno, con la responsabilità di scendere in campo per riappropriarci di uno spazio politico che oggi è impropriamente abusato da coloro che governano”. (Loc/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 20-GEN-20 16:04 NNNN