Centro, Rinasce la Dc. Saccone (Udc), se Fi è succursale Lega fuga di parlamentari ed elettori

‘La Democrazia Cristiana del futuro non sia autoreferenziale ma includa nuovi contributi’ Roma, 19 set. (AdnKronos) – (di Roberta Lanzara) – “La Dc del futuro non si trasformi in un dibattito autoreferenziale, ma sia improntata alla volontà di includere nuovi contributi”. E’ il commento all’Adnkronos di Antonio Saccone, senatore Fi-Udc, sulle consultazioni per la nascita della ‘Democrazia cristiana’ del futuro. Poi rileva: “Se Forza Italia abdica alla sua identità, ai suoi valori e quindi diventa una succursale della Lega è evidente che non fuggiranno solo i parlamentari ma soprattutto gli elettori”. “E’ ovvio che la mossa di Matteo Renzi accelererà la scomposizione del quadro politico. Ma non credo che intaccherà la sopravvivenza di questo governo che rischia di vivere nella palude. In merito alle questioni interne a Forza Italia – rimarca – è inutile nascondersi dietro ad un dito. Si doveva lanciare l’Altra Italia e si è tutto bloccato. Se Forza Italia abdica alla sua identità, ai suoi valori e quindi diventa una succursale della Lega – afferma il senatore – è evidente che non fuggiranno solo i parlamentari ma soprattutto gli elettori”. “Auspichiamo che da parte di Forza Italia ci sia una ripresa di coerenza sui valori del partito popolare europeo che sono antitetici a quelli dei sovranisti. Va precisato – conclude – che il mondo dell’Udc però chiede maggiore rispetto. Non possiamo essere sollecitati ogni volta il giorno prima delle elezioni ed il giorno dopo essere emarginati. Pretendiamo pari dignità sia all’interno della coalizione che nei rapporti con Forza Italia. Pari dignità e pari rispetto”. (Rol/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 19-SET-19 18:16 NNNN