Genova: Cesa (Udc), alla prima pietra seguano altre, è appuntamento con futuro

Roma, 28 giu. (LaPresse) – “Adesso che lo scheletro del ponte Morandi non c’è più, Genova potrà proiettarsi nel suo futuro. La città tornerà a splendere dal punto di vista economico e di comunità. Adesso si faccia in fretta con i lavori e alla prima pietra, seguano tutte le altre. Altrimenti la passerella di autorità di oggi suonerà ancora una volta vuota e irrispettosa. Per Genova istituzioni locali e nazionali si uniscano. L’Italia sa come reagire di fronte a simili tragedie. Lo dobbiamo a chi non c’è più e a chi ha dovuto abbandonare la propria casa”. Così Lorenzo Cesa, segretario nazionale Udc.