Manovra: Saccone (Udc), emendamenti su cultura e spettacolo dal vivo

Roma, 20 nov. (LaPresse) – Il senatore Antonio Saccone (UDC-FI) ha presentato alcuni emendamenti alla Legge di Bilancio finalizzati a definire una serie di questioni prioritarie relative al settore della cultura e dello spettacolo dal vivo in particolare. Oltre a proporre l’introduzione di una norma che abbia l’obiettivo di incoraggiare i consumi culturali, ricorrendo alla detrazione delle spese culturali individuali (es. acquisto di libri, di biglietti d’ingresso a musei, teatri, concerti, spettacoli, cinema), Saccone ha proposto attraverso i suoi emendamenti un allargamento del cosiddetto “Art Bonus” ai beni culturali e istituti e luoghi di cultura appartenenti a privati, alle manifestazioni liriche, concertistiche, corali e di balletto di cui al titolo III della legge n. 800/1967, ed alle rievocazioni e i giochi storici. “Sono ormai numerosissimi – ha dichiarato il Sen. Saccone –gli studi che dimostrano come la cultura e lo spettacolo dal vivo siano uno straordinario volano per lo sviluppo economico dei territori. Continuare ad ignorare o a considerare marginali le attività in questione è una scelta che denota poca lungimiranza. Per tale ragione, mi sono fatto carico di una serie di questioni che considero importanti per consentire a questo settore di continuare a svolgere l’indispensabile azione di supporto alla crescita sociale ed economica del Paese”, spiega. PO