Minori: Cesa (Udc), inaccettabile cancellare tracce bimba uccisa nel beneventano

(DIRE) Roma, 10 lug. – “Non e’ accettabile che di un bimba uccisa siano state cancellate tutte le tracce. Scopriamo oggi, grazie a una denuncia della criminologa Roberta Bruzzone sul Settimanale Giallo, che potrebbe essere archiviato senza colpevoli il delitto della bimba rumena di 9 anni, Maria Ungureanu, violentata e uccisa tre anni fa nel Beneventano”. Cosi’ Lorenzo Cesa, segretario nazionale UDC, che aggiunge: “Un caso difficile che ha spinto i legali della famiglia a chiedere la riesumazione e, una volta ottenuta, si scopre che la salma e’ stata svuotata da tutti gli organi? Non solo il vilipendio del cadavere, ma anche la sparizione di tutti i vetrini dell’autopsia e dei reperti? Maria e’ stata violentata due volte e questa volta da chi doveva renderle giustizia”. “Chiediamo chiarezza per una vittima che- conclude Cesa- qualora non vengano fuori tutti i reperti, potrebbe non trovare mai pace”