Open: Saccone(Udc) discussione su finanziamento partiti conviene anche a M5s

“Si apra dibattito serio senza scorciatoie” Roma, 27 nov. (askanews) – “Si apra un dibattito serio sul finanziamento ai partiti. Senza scorciatoie, senza ingannare l’opinione pubblica. La politica abbia un sussulto di dignità e dica chiaramente che si è castrata con una legislazione che cancella la sua autonomia la sua indipendenza. Per cui si è ricorso da un lato alla propaganda facile cancellando il finanziamento pubblico ai partiti senza avere ne’ il coraggio e forse neanche la credibilità per mantenerlo con forme di controllo e di modalità di spesa più stringenti dall’altro si è invocata la capacità di chiedere finanziamenti ai privati che oramai col combinato disposto del traffico di influenze significa criminalizzare chi è così incosciente da finanziare i partiti alla luce del sole. Nessuno è esente da responsabilità. Anche i 5 stelle dovrebbero approfittare di questa occasione non tanto per lanciare l’ennesima commissione di inchiesta che nulla indaga, ma per favorire un tavolo di confronto trasparente e senza pregiudizi. Conviene anche ai penta stellati disciplinare questa materia al fine di cancellare ogni opacità sul ruolo Srl Casaleggio & Associati che a detta di molti elude il finanziamento al movimento non mediante una fondazione ma persino con una Srl. E prima o poi ci sarà il pm di turno che vorrà verificare se vi sia un conflitto di interesse o persino un sospetto traffico di influenza. Si avvii al più presto una discussione sul finanziamento alla politica prima che questa venga travolta da una guerra tra bande”. Lo afferma il senatore Antonio Saccone (Udc-Fi). Pol-Afe 20191127T105224Z