Rai: Saccone (Udc), Carlotto conduttore programma scelta cinica e inaccettabile

“Nonostante le dure prese di posizione di questi giorni, ancora non è giunta da parte dell’azienda pubblica una smentita sull’ipotesi della conduzione affidata a Massimo Carlotto, l’uomo che nel 1976 uccise con 59 coltellata la sua fidanzata, e dunque ciò fa pensare al peggio, che la notizia sia vera, che non si tratti di una svista, di un grossolano errore. Se così fosse, sarebbe gravissimo e non ci sarebbero spiegazioni valide, accettabili da parte dei vertici della tv di Stato. Arruolare per la conduzione di un programma sui serial killer, in onda sulle reti Rai, l’autore di un femminicidio è una scelta cinica, inammissibile, irrispettosa verso tutte le vittime di tale crimine, i loro familiari e verso chi dedica massimo impegno nel contrastare un fenomeno che, tra l’altro, registra un grave aumento dei casi negli ultimi anni. Mi riferisco a progetti cui va grande apprezzamento come quello realizzato dalla Accademia Italiana delle Scienze di Polizia Investigativa e Scientifica (AISPIS) con la Regione Campania, che presto partirà con la costituzione di una Task force per contrastare e prevenire la violenza di genere”. Lo afferma il senatore Udc, Antonio Saccone