Scuola: Saccone (Udc),docenti paritarie non siano esclusi

(ANSA) – ROMA, 10 OTT – “Il Governo non discrimini gli oltre 80.000 docenti delle scuole paritarie dai percorsi abilitanti per l’insegnamento”. Lo chiede Antonio Saccone, senatore dell’Udc eletto nelle liste di Forza Italia, in un’interrogazione presentata al Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Il parlamentare centrista, sottolineando che si rischia “una palese violazione della Costituzione”, chiede di sapere “se e per quale motivo nella nuova intesa del 1 ottobre 2019 i docenti precari delle scuole paritarie siano stati esclusi dal conseguire l’abilitazione all’insegnamento”. Ricordando che “la disciplina vigente (legge 62/2000) obbliga le scuole paritarie ad utilizzare docenti abilitati” e lamentando che “oggi non sono stati avviati percorsi che possano permettere ai giovani laureati di conseguire l’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria”, Saccone chiede quindi di sapere se il ministro Fioramonti “non ritenga opportuno attivare al più presto i percorsi abilitanti ordinari e approvare le regole dei percorsi riservati, prevedendo l’accesso alle medesime anche ai docenti che lavorano nelle 2200 scuole secondarie paritarie”. (ANSA). FEL-COM 10-OTT-