Udc: Binetti, Centro darà voce a chi non è allineato

(DIRE) Roma, 14 set. – “Da Fiuggi un messaggio forte
e chiaro all’inizio della grande festa dell’Udc con tre idee ben
precise! Legalita’ a tutto campo, con un no deciso a tutte le forme di
micro e macrocorruzione. Meritocrazia per i nostri giovani, perche’ non
siano obbligati ad emigrare. E la grande utopia di un centro
politicamente capace di unire un paese che esce lacerato dall’odio,
dalle divisioni e dalla violenza. Un centro vero, coraggioso, audace!
Innovatore e capace di individuare soluzioni creative per affrontare
temi drammatici come le nuove poverta’. Le nuove solitudini, le nuove
disabilita’… Dal centro vogliamo ricominciare a parlare con coloro che
non hanno voce e con coloro a cui viene tolta la voce che hanno, perche’
il loro pensiero non e’ allineato con quello dominante”. Lo afferma la
senatrice Paola Binetti, dell’Udc, che continua: “L’Udc in questa grande
festa si e’ data una mission ben precisa: tornare a parlare di centro
come luogo di incontro e di confronto, ma non come luogo di scontri. Un
luogo in cui da destra e da sinistra si possono trovare soluzioni
condivise a servizio del Paese: basta lasciare spazio alle persone
giuste. Quelle che credono nella forza della ragionevolezza e non hanno
paura di dialogare tra di loro perche’ e’ proprio questa la cifra della
identita’ del centro. Parlare insieme, decidere insieme, soffrire
insieme, per poter costruire insieme. Contro nessuno e a servizio di
tutti È la magnifica utopia del centro di cui i giovani debbono essere
protagonisti in un franco dialogo intergenerazionale che promuove le
loro capacita’ e competenze. Una utopia che ha bisogno della legalita’
per riaffermare la forza della comprensione e del rispetto reciproco”.
(Com/Anb/ Dire) 13:13 14-09-19 NNNN