Udc: De Poli eletto presidente del partito

(ANSA) – ROMA, 20 DIC – “Lavorerò come presidente ‘traghettatore’ verso il nuovo Congresso nazionale. ‘Ripartiamo da noi’ con l’orgoglio e la fierezza dello Scudo crociato”: così il presidente nazionale Udc Antonio De Poli, nel corso del suo intervento al Consiglio nazionale: “Ringrazio ciascuno di voi che lavorate giorno per giorno”, ha detto rivolgendosi alla platea di dirigenti del partito, segretari provinciali e regionali provenienti da tutta Italia. “Insieme a voi riportiamo al centro dell’Agenda politica il tema più importante : i posti di lavoro! Assieme a questo tema bisogna dare attenzione alle fasce più deboli e riscoprire il Dna del nostro partito che, nel portare avanti questa battaglia, deve battere i pugni sul tavolo affinché questi temi diventino prioritari”, ha aggiunto De Poli secondo cui “l’Udc deve ripartire dalla propria identità , da ciò che siamo , dai nostri valori”. “Con il referendum siamo riusciti a darci un obiettivo, a ritrovare la nostra dignità e abbiamo fatto chiarezza al nostro interno sulla linea di indirizzo”. “Riprendiamo il contatto con il territorio, questo è l’obiettivo dei Congressi. Ripartiamo dalle comunità che sono la linfa vitale per ridare forza al nostro partito e rilanciare la nostra azione. Basta con le ciacole, vogliamo essere il partito del fare e della concretezza”, ha concluso De Poli. (ANSA).