Festival cinema, Carducci: dimissioni Rondi atto di chiarezza

Roma, 24 FEB (il Velino/AGV) – “Le dimissioni di Rondi rappresentano un atto di chiarezza che finalmente dovrebbe porre fine all’indegno teatrino che si e’ scatenato sul Festival del Cinema di Roma negli ultimi mesi”.
Francesco Carducci, capogruppo Udc in regione Lazio, commenta cosi’ la fine dello stallo intorno al futuro del festival. “Dato atto a Piera Detassis dell’impegno profuso con passione in questi anni per mantenere vivo l’evento, e’ tempo di procedere velocemente per restituire nuove certezze ad un settore strategico per Roma, per il Lazio e per l’immagine del Paese.

C’e’ un’indicazione prevalente dei soci ma soprattutto della cinematografia italiana, che e’ rappresentata dall’Anica. Il nome e’ quello di Marco Muller, romano, riconosciuto per le sue capacita’ a livello internazionale, la persona con il curriculum e l’esperienza piu’ adatti a fare di Roma una vera citta’ aperta del cinema, non solo nella settimana del festival ma tutto l’anno. I risultati del suo lavoro, ne sono certo, riusciranno dove finora la politica ha fallito – conclude Carducci -. Mettere fine alle divisioni di parte e riunire tutti intorno a quello che avrebbe dovuto essere il solo interesse su cui confrontarsi in questi mesi in cui si e’ perso solo tempo, quello del cinema”. 










Lascia un commento