Dalla. Casini: come essere senza le torri

(DIRE) Bologna, 3 mar. – Pierferdinando Casini, leader dell’Udc, arriva nel pomeriggio alla camera ardente di Lucio Dalla a Bologna. “Di ricordi su Lucio- dice- ce ne sono tanti, essere qui senza di lui e’ come essere senza la Torre degli Asinelli o la Garisenda, perche’ per questa citta’ e’ una menomazione fortissima, lui e’ uno degli ultimi simboli di Bologna”. E’ anche per questo, “e per come era, che lo abbiamo amato molto”. Dalla, conclude poi Casini, “ha sempre avuto delle parole affettuose e carine, anzi, oggi lo ringrazio anche per questo”. Alle 15.45 arriva in camera ardente anche la Virtus, la squadra di basket di Bologna della quale Lucio Dalla era tifoso. I giocatori, tutti con la tuta ufficiale della squadra, si mettono in fila verso il feretro, davanti a tutti il patron Claudio Sabatini.










Lascia un commento