Governo: De Poli, Zaia condanni frasi Bossi o Pdl esca da maggioranza in Regione

Padova, 6 mar. (Adnkronos) – ‘Il Governatore Zaia si dissoci dal linguaggio violento del leader della Lega Bossi, altrimenti il Pdl in Regione esca fuori dalla maggioranza e dimostri di non essere attaccata alle poltrone visto che il Senatur ha descritto Berlusconi e Monti come due complici che vogliono fregare il Paese’. Lo afferma il deputato veneto dell’Unione di centro Antonio De Poli, secondo il quale ‘Bossi istiga alla rivolta ed e’ paradossale che la Lega si schieri, a parole, contro la mafia ma, allo stesso tempo, utilizza un linguaggio che, per sua natura, si colloca al di fuori della dialettica di un Paese civile e democratico’.

‘Sono affermazioni eversive degne di un dittatore che vuole scardinare l’equilibrio dei poteri democratici. Mi auguro che, stavolta, il presidente della Regione abbia il coraggio di condannare pubblicamente le parole del Senatur che pare abbia scambiato l’Italia per l’Iran di Ahmadinejad. I vertici della Lega si dissocino’, conclude De Poli.

 










Lascia un commento