Giochi: Buttiglione, porre freno a criminalita’

(AGENPARL) – Roma, 07 mar – “Ringraziamo Avvenire per la campagna che sta conducendo per tenere i riflettori accesi sul problema del gioco d’azzardo, un fenomeno tutt’altro che marginale che colpisce in modo patologico centinaia di migliaia di italiani con le loro famiglie.

Una cosa è il gioco tradizionale e contenuto, una cosa è la diffusione capillare senza cautele. Bene l’editoriale a firma Celletti e Fatigante che invita ad agire prontamente anche sfidando l’impopolarità in nome della lungimiranza.

Lo Stato deve farsi carico di questa problematica sociale, piuttosto che come fa ora spingere per una capillarità troppo diffusa delle possibilità di azzardo. Lo Stato non può pensare solo agli incassi del momento, anche se accrescere le tasse sul gioco può comunque essere uno strumento utile e deterrente. Bisogna invece agire per porre un freno a questa capillarità, per limitare il più possibile la propaganda (fino a vietarla come nel caso del fumo), ed essere molto vigili sulle possibili infiltrazioni della criminalità”. Lo dichiara in una nota Rocco Buttiglione, Presidente dell’Udc.










Lascia un commento