Agricoltura: Udc, accordo Ue-Marocco penalizza Italia e Sicilia

(DIRE) Roma, 9 mar. – Il governo si impegni per non “penalizzare” il settore agricolo italiano e in particolare quello siciliano. E’ l’invito rivolto all’esecutivo dal presidente dei senatori dell’Udc in Senato, Gianpiero D’Alia, in una mozione presentata nei giorni scorsi a palazzo Madama. Nel testo, firmato tra gli altri dai senatori Gustavino, Galioto, Serra, Sbarbati, Giai, Musso, Fistarol e Vizzini, si lamentano gli effetti del recente accordo Ue-Marocco che “rappresenta un ennesimo aggravio per il comparto dell’agro-alimentare italiano e siciliano e che sara’ ulteriormente penalizzato a fronte della produzione proveniente da Paesi dove si produce a bassi costi e non vi sono controlli adeguati”.

Per questa ragione D’Alia e gli altri senatori firmatari chiedono al governo Monti di “adoperarsi, nelle opportune sedi, affinche’ il sottoscritto accordo non pregiudichi ulteriormente il settore agro-alimentare, con particolare riferimento a quello ortofrutticolo e alle Regioni del Sud piu’ esposte quali la Sicilia” e allo stesso tempo ad adoperarsi per ” salvaguardare i diritti degli agricoltori, la lotta contro le frodi, la protezione dell’ambiente e delle norme di sicurezza alimentare e piu’ in generale a intervenire per avviare, anche a livello europeo, idonee iniziative a sostegno della politica agricola mediterranea promuovendo la tutela del ‘made in Italy’ e dell’etichettatura anche con apposite iniziative legislative”.

 










Lascia un commento