Violenza sessuale: De Poli, Gentilini machista, nega evidenza

(ANSA) – VENEZIA, 22 MAR – ‘E’ francamente disgustoso sentire che una figura istituzionale minimizza l’aggressione a una donna definendo l’episodio come una semplice palpata’.

Anche il deputato e segretario veneto dell’Udc, Antonio De Polo, ‘bacchetta’ il vicesindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini, per le affermazioni con le quali l’esponente leghista ha definito l’aggressione a sfondo sessuale patita da una 38enne a Treviso.

‘Gentilini – aggiunge – nega l’evidenza pur di fare propaganda descrivendo Treviso come la citta’ piu’ sicura d’Italia.

Gentilini manca di rispetto ai cittadini trevigiani e alla donna aggredita’. ‘Siamo ai soliti ragionamenti di un machista che farebbe meglio a starsene zitto: sono affermazioni gravi – prosegue De Poli – che rischiano di alimentare un substrato culturale secondo cui toccare il culo a una donna e’ quasi normale. Cosa facciamo? Vogliamo dare ragione ai maniaci?’.

‘Gentilini chieda scusa pubblicamente – conclude – e ponga rimedio a queste affermazioni che fanno tornare Treviso al Medioevo’. (ANSA).










Lascia un commento