Governo: Buttiglione, bene Bagnasco, proseguiamo rinnovamento politica

(AGENPARL) – Roma 26 mar – Il presidente dell’Udc Rocco Buttiglione dichiara: “Siamo grati al cardinal Bagnasco per aver riconosciuto che questo governo e la sua maggioranza con i loro provvedimenti hanno ‘portato al sicuro il Paese. Condividiamo l’appello al ‘civismo responsabi le’. Il problema adesso è il lavoro, e il lavoro richiede uno sforzo comune, sacrifici per trovare le risorse per gli investimenti, aperture per attrarre capitali da altri Paesi del mondo ed una ‘conversione’ dalla mentalità dell’avere a una mentalità soprattutto dell’essere, dall’apparenza alla sostanza delle cose, dallo spirito del consumismo allo spirito del lavoro.

Tornare ai valori fondamentali significa anche tornare alla famiglia che è l’agenzia che questi valori produce.

Famiglia contro la quale tutti si sono accaniti nella convinzione che essa comunque avrebbe retto, invece adesso comincia a cedere. Ripetiamo a questo proposito la nostra antica rivendicazione: i soldi recuperati dall’evasione fiscale devono andare a diminuire le tasse cominciando dalla famiglia e considerando i minori e gli anziani che convivono nel nucleo familiare. Una particolare attenzione riserviamo a quanto il cardinal Bagnasco ha detto sulla necessità di rinnovare i partiti politici e sulla disponibilità dei cattolici di impegnarsi in questo processo di rinnovamento della politica. Nel pieno rispetto della libertà delle associazioni e dei movimenti cattolici, noi come cristiani impegnati in politica dal versante della politica vogliamo essere interlocutori di questo progetto. Non cambierà la politica se non avremo un afflusso forte di energie nuove e di gente che crede in qualcosa e che è dotata di forte coscienza morale ed è disposta a un impegno gratuito per il bene comune. Queste non sono caratteristiche esclusive dei cattolici – seguiamo per esempio con simpatia e attenzione l’impegno di tanti giovani ebrei – ma è indubbio che le associazioni e i movimenti cattolici siano il serbatoio più grande di energie morali pulite cui attingere per il rinnovamento della politica. Molto significativo infine che l’appello del cardinal Bagnasco venga proprio nel momento in cui si registrano segnali inquietanti della volontà di ritorno al passato e alla vecchia politica”.










Lascia un commento