L.elettorale: Delfino, indispensabile reintrodurre preferenze

(ASCA) – Roma, 10 lug – ‘Non c’e’ una legge elettorale perfetta, ma oggi l’introduzione delle preferenze e’ un elemento irrinunciabile per avviare un percorso di recupero di credibilita’ verso gli elettori.

Demonizzare le preferenze, definendole pericolose e poco trasparenti, e’ solo uno dei modi per sottrarre i candidati alla libera valutazione degli elettori’.

Ad affermarlo e’ Teresio Delfino, deputato Udc, che aggiunge: ‘Non comprendo altre motivazioni, quali costi o condizionamenti della criminalita’, che vengono strumentalmente addotte per giustificare un ‘no’ fermo e totale all’introduzione delle preferenze.

Questa modalita’ e’ presente, senza rischi per la democrazia, nelle leggi elettorali per le elezioni europee, regionali e comunali’.

‘Risulta del tutto evidente -dice Delfino- che la risposta ad eventuali condizionamenti di organizzazioni criminali puo’ essere efficacemente superata dalle forze politiche con un’attenta selezione delle candidature. Sulla questione delle spese, sarebbe sufficiente stabilire dei limiti, prevedendo che il relativo superamento comporti la decadenza dell’eletto. Davanti alle reiterate affermazioni di tutte le forze politiche, mirate a riconoscere la piena liberta’ e responsabilita’ di scelta degli elettori, ogni soluzione legislativa pasticciata e poco trasparente che limiti questo diritto fara’ crescere sicuramente l’antipolitica e la sfiducia degli elettori’.










Lascia un commento