Abruzzo: Menna, Chiodi ha mentito sui nuovi ospedali

(ASCA) – L’Aquila, 13 lug – ‘Il nuovo subcommissario di governo per il piano di rientro dal debito sanitario della Regione Abruzzo, Giuseppe Zuccatelli, in audizione alla seduta della quinta Commissione ha sostenuto di aver visto i piani operativi del 2010, 2011 e 2012 e ci sono aree che vanno completamente rivisitate, come quelle della residenzialita’ e semiresidenzialita’. Senza considerare il grande tema delle rete dell’emergenza. Ci sono, pero’, tutte le condizioni per rilanciare in termini di qualita’ i servizi sanitari di questa regione’.

Lo ricorda, in una nota, il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale d’Abruzzo, Tonino Menna, spiegando che a una precisa domanda ‘il sub commissario Zuccatelli ha rivelato che il commissario Chiodi si appresta a presentare la proposta per i 5 nuovi ospedali di Vasto, Sulmona, Avezzano, Lanciano e Giulianova per arrivare ad un accordo di programma con il Ministero della Salute’.

‘Dunque, Chiodi a Vasto, nel presentare l’idea dell’emodinamica, ha mentito – aggiunge Menna – sostenendo di aver presentato il programma dei 5 nuovi ospedali e smentito il suo ex assessore Venturoni che due anni prima aveva assicurato che entro 18 mesi sarebbero iniziati i lavori’.
‘Zuccatelli – conclude Menna – ha anche sostenuto che i piccoli ospedali debbono essere riconvertiti ma non chiusi: contestualmente andavano istituite la lungodegenza, la riabilitazione e le Rsa. Ospedali di comunita’ nelle zone interne e montane per ridurre la ospedalizzazione, le liste di attesa ecc. Tutto cio’ che l’Udc abruzzese va sostenendo da tempo! Mi auguro che Zuccatelli faccia cio’ che Chiodi e la Baraldi non hanno fatto’.










Lascia un commento