Sicilia: Buttiglione, nuova classe dirigente per governo regione

(AGI) – Enna, 15 lug. – “I diritti non si possono barattare, bisogna puntare sul piu’ bravo non piu’ sul piu’ forte”. Cosi’ il presidente dell’Udc Rocco Buttiglione, a Enna per la chiusura della conferenza programmatica del partito, risponde a una domanda elezioni in Sicilia. “I siciliani – aggiunge – debbono punire con il governo del voto quei governanti che ci hanno portato alla bancarotta. Bisogna portare al potere in Sicilia una nuova classe dirigente. Non e’ ancora tempo per fare alleanze, indicare nomi o coalizioni”. (AGI) (AGI) – Enna, 15 lug. – Buttiglione ha quindi ribadito che chi all’assemblea regionale siciliana non votera’ il blocco delle nomine, non sara’ candidato alle prossime regionali, come annunciato anche dal senatore Giampiero D’Alia. “Non piu’ crescite di egoismo, ma essere solidali all’interno degli stati uniti d’Europa. Attenzione – ha concluso il presidente dell’Udc – il tempo perduto non si recupera. Stiamo costruendo il partito nuovo e ci saranno novita’ tra settembre ed ottobre, bisogna subito costruire l’economia della coscienza”.










Lascia un commento