L. elettorale: Buttiglione, basta con i tatticismi

(ANSA) – ROMA, 26 LUG – Sulla riforma della legge elettorale ‘un accordo c’e’. C’era gia’ un po’ di tempo fa ed e’ stato buttato a mare dopo le amministrative perche’ sono prevalsi l’interesse di parte e la convinzione che bisogna illudere i cittadini che tra se’ e gli avversari c’e’ una guerra totale. Ma ora la situazione economica non permette piu’ queste tattiche’. A sferzare i partiti e’ Rocco Buttiglione, presidente dell’Udc, in un’intervista al Mattino. ‘Si possono trovare intese soddisfacenti per tutti, anche in tempi brevi’, sostiene Buttiglione, secondo cui ‘l’ideale sarebbe la presentazione di una proposta di legge entro la prossima settimana. Il provvedimento potrebbe essere approvato entro il 10 agosto per passare poi all’esame dell’altro ramo del Parlamento. E a settembre il Porcellum verrebbe archiviato’. ‘Questa classe politica si lamenta per ogni sacrificio come se vivessimo in tempi ordinari. Ma gli avvenimenti degli ultimi giorni hanno seminato il panico’, rileva il presidente dell’Udc. ‘Se si riesce a contenerlo e a ragionare, si capira’ che la situazione e’ troppo seria per mettere a rischio la salvezza nazionale in cambio di un ipotetico 1-2% in piu’ per il proprio partito’. Sulla possibilita’ di un voto anticipato, ‘se si deve riprendere con i tira e molla sui provvedimenti del governo, dopo averli snaturati, allora e’ meglio andare allo showdown’, dichiara Buttiglione. ‘Per non voler accettare sacrifici necessari e sopportabili, per non accettare di rinunciare a un po’ del nostro benessere, rischiamo di perderlo del tutto’.










Lascia un commento