Crisi, Casini: grandi investitori non credono più a stabilità euro

Roma, 26 lug. (TMNews) – “I rischi di una tempesta ci sono sempre anche ad agosto” ma “è un tema che riguarda l’Europa” perché “i grandi investitori internazionali non credono più alla stabilità dell’euro”. Lo ha detto il leader Udc, Pier Ferdinando Casini, nel corso di una conferenza stampa alla Camera. “L’Europa – ha aggiunto – deve dare risposte. Non serve l’accanimento nostro su nuove manovre, noi non dobbiamo fare altro. Ora abbiamo una vertenza grande come un macigno con l’Europa e in Europa perché è necessario andare verso gli Stati Uniti d’Europa con impegni nuovi per la Bce e con un prezzo da pagare per tutti: si tratta di rinunciare a un certo grado di sovranità in cambio di una Ue solidale”.










Lascia un commento