Editoria:D’Alia, P.A. rispetti obbligo pubblicazione bilanci

(ANSA) – ROMA, 30 LUG – In una interrogazione al presidente del Consiglio il senatore Gianpiero D’Alia, presidente del Gruppo Udc-Svp e Autonomie, chiede ‘quali iniziative urgenti intenda intraprendere’ per ‘garantire il rispetto, da parte dei comuni e degli altri enti pubblici locali, degli obblighi di pubblicazione sulla stampa dei propri bilanci’.
Nella sua interrogazione D’Alia richiama l’articolo 6 della legge 25 febbraio 1987, che stabilisce appunto che ‘le regioni, le province, i comuni con piu’ di 20mila abitanti, i loro consorzi e le aziende municipalizzate nonche’ le unita’ sanitarie locali che gestiscono servizi per piu’ di 40 mila abitanti, devono pubblicare in estratto, su almeno un quotidiano a diffusione nazionale, nonche’ su almeno due giornali quotidiani aventi particolare diffusione nel territorio di competenza e su un periodico, i rispettivi bilanci’.
Questo per ‘garantire la massima trasparenza dell’attivita’ degli enti e delle amministrazioni locali nonche’ ad assicurare l’informazione ai cittadini in materia di bilanci di tali enti ed amministrazioni riconoscendo alle diverse articolazioni della stampa quotidiana, nazionale e locale una funzione essenziale per favorire il massimo di trasparenza nella gestione della cosa pubblica’.

Al momento non sono previste sanzioni per la mancata pubblicazione, con la conseguenza – sottolinea D’Alia nell’interrogazione – che un gran numero dei soggetti interessati non provvede alla pubblicazione. Per il senatore poi ‘il ricorso all’utilizzo di internet – previsto dall’articolo 18 del decreto legge 83/2012 in materia di amministrazione aperta – e’ da condividere ma l’utilizzo della rete – a suo avviso – puo’ costituire una modalita’ aggiuntiva, non alternativa o sostitutiva alla pubblicazione su carta stampata’. Per questo quindi nell’interrogazione si chiede di sapere se ‘non si ritenga necessario ed urgente, in una prossima iniziativa normativa, prevedere l’introduzione del responsabile del procedimento per l’obbligo di pubblicazione dei bilanci previsti dall’articolo 6 della legge 25 febbraio 1987 n.67, nonche’ adeguate sanzioni nel caso di mancato rispetto di tale obbligo’. Ma si chiede anche appunto che si ‘preveda l’utilizzo delle diverse articolazioni della stampa (quotidiana e periodica, nazionale e locale) in aggiunta a internet per assicurare la necessaria conoscibilita’ dell’attivita’ pubblica rendendo reale ed effettivo in diritto dei cittadini all’attuazione dei principii di legalita’, buon andamento e imparzialita’ sanciti dall’articolo 97 della Costituzione’.










Lascia un commento