Umbria: Monacelli, legge per prevenire gioco patologico

(ASCA) – Perugia, 2 ago – Una proposta di legge contenente ‘Norme per l’accesso consapevole e responsabile al gioco lecito e per la prevenzione del gioco patologico’, e’ stata presentata dalla capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Sandra Monacelli.
Con tale proposta di legge viene normato l’accesso ai giochi leciti e sono disposti obblighi informativi a carico dei gestori di sale giochi, ricevitorie, tabaccherie ed esercizi dotati di apparecchi di intrattenimento, al fine di prevenire l’insorgere e la diffusione dei fenomeni di dipendenza dal gioco. La proposta, ‘promuove quindi un accesso consapevole e tutela le fasce di persone piu’ deboli o vulnerabili. Disciplina il rispetto delle distanze delle sale giochi da determinati luoghi, vieta la pubblicita’, vieta la partecipazione ai giochi ai minorenni’. Prevede lo stanziamento da parte della Regione di contributi volti al finanziamento di progetti concreti per favorire il reinserimento sociale di persone con patologie legate al gioco e le rispettive famiglie, ed il sostegno all’attivita’ delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato che si occupano delle problematiche correlate al gioco.

‘Una proposta di legge che trae spunto – ha spiegato Monacelli – nel dispositivo dalla recente sentenza della Corte Costituzionale (la n.300 del 10/11/2011), che ha demandato alle Regioni la possibilita’ di legiferare in materia di regolamentazione delle sale da gioco, al fine di tutelare determinate categorie di persone e di prevenire il diffondersi del vizio del gioco’.
Le disposizioni contenute nella proposta non incidono direttamente sulla installazione dei giochi leciti, ma sui fattori, quali la prossimita’ a determinati luoghi e la pubblicita’, che potrebbero, da un lato, indurre al gioco un pubblico costituito da soggetti psicologicamente piu’ vulnerabili o immaturi e, quindi, maggiormente esposti alla capacita’ suggestiva dell’illusione di conseguire, tramite il gioco, vincite e facili guadagni.

 










Lascia un commento