Fisco, De Poli: riforma seria per ridurre tassazione locale

(9Colonne) Roma, 21 ago – “I dati della Cgia di Mestre pubblicati oggi sull’aumento della tassazione locale e del loro peso sulle tasche degli italiani, confermano quanto l’Udc ha sempre affermato in questi anni. Noi non siamo mai stati contrari al federalismo ma ci siamo sempre opposti a forme di federalismo ‘spot’ fatte in maniera “raffazzonata, mal studiata e mal congeniata” che il Carroccio ci propinava ad ogni tornata elettorale”.
Lo afferma in una nota Antonio De Poli, portavoce nazionale del partito.
“Secondo la Cgia di Mestre – continua De Poli – tra il 1996 e il 2011, il gettito da tassazione locale è più che raddoppiato: +114,4%. Sempre in questo lasso di tempo, le entrate fiscali di Regioni, Province e Comuni sono passate da 47,6 a 102 miliardi di euro”. “Serve ora – conclude l’esponente centrista – attuare il vero federalismo, solidale e che tenga conto delle specificità dei territori, come ricordato dal Premier Monti, ma soprattutto che all’autonomia sulle competenze faccia effettivamente coincidere l’autonomia a livello fiscale e contributivo. Solo così riusciremo a responsabilizzare le amministrazioni locali e soprattutto saremo in grado di abbassare il carico fiscale sia al centro sia in periferia”.

 










Lascia un commento