Riforme, Mantini: il presidenzialismo divide e va accantonato

Roma, 4 set. (TMNews) – “Con la ripresa dei lavori occorre subito chiarire che non è possibile procedere sulle riforme istituzionali, ora all`esame della Camera, con due relatori, come Calderisi e Bressa, che hanno posizioni antitetiche sul presidenzialismo. Poiché l`Udcha espresso al Senato un voto contrario a quel pasticciato testo è evidente che occorre trovare una soluzione”. Lo dichiara in una nota Pierluigi Mantini, responsabile Riforme Istituzionali Udc. “Per noi – prosegue – il presidenzialismo va accantonato per tornare al testo condiviso della Commissione Affari Costituzionali del Senato ossia alla riforma del bicameralismo, la conseguente riduzione dei parlamentari, la sfiducia costruttiva, il cancellierato. Discutere proposte minoritarie e divisive non ha senso, significa perdere tempo, non volere le riforme. Alfano e Berlusconi riflettano perché si assumono una responsabilità grave dinnanzi al Paese in una fase in cui occorre la massima solidarietà nazionale”.










Lascia un commento