Tabacco: Delfino, direttiva europea lesiva per filiera produttiva-commerciale

(AGENPARL) – Roma, 25 set – Qual è la posizione del Governo rispetto alle proposte europee di revisione sui prodotti del tabacco, posto che esse appaiono altamente lesive per la filiera produttiva e commerciale? A chiederlo, in un’interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico, è il deputato Udc, Teresio Delfino. La direzione generale salute e tutela dei consumatori della Commissione europea ha proposto nuove misure legislative sui prodotti del tabacco, misure stando a quanto riportato dalla Federazione Italiana dei Tabaccai prevedrebbero il divieto di esposizione dei prodotti da fumo, il pacchetto generico privo marchio e logo caratterizzato da colore neutro e caratteri uniformi, l’introduzione di “immagini shock” sugli effetti del fumo sul 75 per cento della superficie della confezione e il divieto di utilizzo di ingredienti per uniformare gusto e sapore. Provvedimenti etichettati come demagogici e controproducenti dalle associazioni di cateogria, in quanto andrebbero a favorire ulteriormente il mercato illecito dei prodotti contraffatti. “Se tali misure venissero adottate – scrive l’on. Delfino – sarebbe a rischio l’intera filiera italiana del tabacco, che vede impiegati oltre 200 mila addetti, con ingenti ricadute economiche a danno dello stesso Stato. Misure proibizionisti che rischierebbero di colpire solamente produttori e addetti del settore senza risultati significativi in materia di riduzione del consumo e di consapevolezza dei danni del fumo”.

 










Lascia un commento