Puglia: Negro, Vendola usa istituzioni come trampolino

(AGENPARL) – Roma, 03 ott – “L’utilizzo delle Istituzioni come trampolino di lancio verso altre più ambite mete crea sfiducia nell’elettorato e alimenta il sentimento di antipolitica. La candidatura del presidente Vendola alle primarie del centrosinistra è un tradimento nei confronti della Puglia che per ben due volte gli ha dato fiducia e che ora si sente abbandonata al suo destino”.
È il giudizio del Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, a proposito della candidatura del Presidente Vendola alle primarie del centrosinistra.

“Contrariamente a quanto affermato dal presidente della Giunta – sottolinea il capogruppo Udc – quella scritta ieri dal Consiglio regionale non è stata una pagina di buona politica. Il presidente Vendola, infatti, ha rinunciato a ridurre da subito il numero di assessori esterni e quindi a risparmiare un milione e seicentomila euro all’anno, annunciando con la sua candidatura anticipata il ricorso alle urne che costerà altri 20 milioni di euro per le tasche dei pugliesi. Tutto ciò segna un ulteriore distacco dalla Puglia che già si era manifestato in modo palese sin dall’insediamento del 2010”.

“La candidatura dell’on. Vendola alle primarie del centrosinistra – conclude Negro – conferma l’intenzione di voler abbandonar e la Puglia al suo destino, dopo oltre due anni in cui non si sono risolti ma si sono aggravati i problemi come quelli della sanità, dell’ambiente e dei consorzi di bonifica che hanno visto crescere solo il loro debito verso l’esterno. Siamo certi che tutto l’elettorato pugliese, compreso quello del presidente Vendola, saprà giudicare con attenzione questo comportamento e ne trarrà le dovute conseguenze”.










Lascia un commento