Suolo: Libè, sì piano nazionale, no interventi emergenza

(DIRE) Roma, 9 ott. – “Anche oggi i dati dell’Ance confermano la grande vulnerabilita’ del nostro territorio. I costi per intervenire in emergenza sono enormi. Restiamo dunque convinti che servano interventi strutturali organici, un grande piano nazionale di intervento per la tutela del territorio. Un piano pluriennale che impegni le forze politiche anche per le prossime legislature”. Lo dichiara il deputato e responsabile Enti locali dell’Udc, Mauro Libe’.

I costi d’intervento “servono spesso solo a mettere pezze ad una situazione delicatissima, dopo che i danni maggiori si sono gia’ verificati con costi umani anche elevatissimi- conclude Libe’- pianificare vuol dire salvare tante vite, vuol dire risparmiare interventi emergenziali che costano moltissimo, vuol dire intervenire per produrre risparmi futuri e vuol dire mettere in circolo risorse per le imprese che potrebbero contribuire fattivamente al tanto atteso sviluppo”.










Lascia un commento