Bimbo Padova: De Poli, ora riforma giustizia minorile

(ANSA) – ROMA, 12 OTT – ‘Il caso del bimbo di Cittadella ha indignato profondamente tutti gli italiani. I nostri sentimenti sono tutti in quei cartelli esposti ieri e oggi dai genitori all’ingresso della scuola: ‘i bambini hanno una voce, bisogna ascoltarli”. Cosi’ Antonio De Poli, capo della segreteria politica dell’Udc, intervenendo alla Camera nel corso dell’informativa del governo sui fatti della scuola di Cittadella.

‘Questa vicenda, su cui e’ stato tempestivo l’intervento del governo e delle istituzioni – ha aggiunto De Poli – ci puo’ insegnare molto: e’ il momento di dire basta alla spettacolarizzazione del dolore, ma anche di rivedere la legislazione sul tema, perche’ abbiamo visto come, in questo caso come in tanti altri, organi giudiziari e servizi sociali lavorino in direzioni opposte’. ‘Serve – ha concluso De Poli – una riforma della giustizia minorile e l’istituzione di un tribunale della famiglia, perche’ si tutelino i figli, prime vittime di queste situazioni, e non ci siano piu’ casi come quello del piccolo Leonardo’.

 










Lascia un commento