Federalismo: Casini, va rivisto con serieta’, no ad apprendisti stregoni

Prato, 13 ott. – (Adnkronos) – ‘Mi dispiace che si sia introdotto questo dibattito sul rapporto tra Stato e Regioni solo ora, con le ruberie e il caso Fiorito. Io ho votato sia contro la riforma del Titolo V, sia contro il federalismo in salsa leghista. Finalamente si aprono gli occhi, ma era chiaro che sarebbe andata a finire cosi”.
Lo ha detto il leader dell’Udc, Pierferdinando Casini, nel corso di un dibattito al Forum della Piccola Industria di Confindustria, a Prato.

‘Il titolo V ha alimentato centinaia di ricorsi davanti alla Consulta e conflitti di costituzionalita’, era chiaro che questa cosa sarebbe emersa. Oggi – avverte Casini – le regioni rischiano pero’ di subire il contraccolpo del populismo. Non voglio dare il calcio dell’asino. Tutte queste vicende vanno riviste in un’ottica generale, assieme, con molta serieta’, senza affidare questa materia a certi apprendisti stregoni. Di materie alla Calderoli, abbiamo esaurito il bonus’, ha concluso il leader centrista.










Lascia un commento