Padova: De Poli, gravi e inquietanti minacce a ispettrice polizia

Roma, 13 ott. (Adnkronos) – “Un fatto grave e inquietante da condannare con fermezza. Dico no agli insulti alla polizia. Ricordo a tutti l’impegno quotidiano del corpo della Polizia di stato in favore dei minori in tutto il Paese”. Lo afferma il Antonio De Poli (Udc) commentando le minacce di morte all’ispettrice dell’Ufficio minori della Questura di Padova. “Non facciamoci trascinare da una pericolosa onda emotiva – prosegue De Poli -. Le responsabilita’ su quanto avvenuto a Cittadella senz’altro ci sono ma non spetta a noi puntare il dito contro nessuno. Mi dispiace sentire dai giornali che tante persone ora stanno attaccando la polizia non risparmiando neppure il linguaggio degli insulti che ovviamente condanno nel modo piu’ categorico. Esprimo solidarieta’ agli uomini della questura di Padova e ringrazio il ministro Cancellieri per la disponibilita’ del governo a fare luce sulla vicenda”. L’esponente centrista, inoltre, e’ critico nei confronti della parlamentare Pdl Alessandra Mussolini dopo l’irruzione di ieri alla casa famiglia dove vive il piccolo Leonardo: “Da presidente della Commissione parlamentare dell’infanzia un pessimo esempio. Che senso ha recarsi nella casa famiglia dove adesso si trova Leonardo? Lancio un appello a tutti per porre fine a questa spettacolarizzazione dell’infanzia”, conclude De Poli.










Lascia un commento