Ilva: Sanza, dati allarmanti. serve una regia nazionale

(AGI) – Taranto, 22 ott. – “I dati sulla mortalita’ a Taranto diffusi oggi dal ministro Balduzzi, ci convincono ancora di piu’ che per risolvere il problema dell’Ilva debba esserci un unico regista, ovvero il governo nazionale”. Cosi’ il segretario regionale dell’Udc, Angelo Sanza, che ha da poco incontrato Giuseppe Tarantino, presidente del Consiglio Comunale di Taranto, l’assessore Antonio Scalera ed il capogruppo consiliare Cosimo Lariccia, dell’Unione di Centro, per fare il punto sulla situazione sanitaria del capoluogo ionico alla luce del progetto Sentieri. “Un aumento di tumori e malattie cosi’ importante – prosegue Sanza – deve aprirci gli occhi e subito. Sono dati che richiamano tutti ad uno sforzo maggiore perche’, evidentemente, si deve fare di piu’. Ci auguriamo che l’Aia possa segnare un momento di slancio verso una produzione ecosostenibile, che sappia tutelare la salute dei lavoratori e cittadini. Un percorso che le istituzioni nazionali dovrebbero indicare superando anche qualsiasi diatriba con gli enti locali”.

“Tuttavia, prendiamo atto – aggiunge – di un’emergenza tarantina che andrebbe valutata ed affrontata come questione non solo locale, ma anche nazionale ed europea, essendo l’Ilva una risorsa per il sistema siderurgico dell’intera Unione.

Siamo certi che il nostro governo nazionale – conclude – con l’autorevole guida del premier Monti, sapra’ prendere le redini della questione per risolverla anche con il coinvolgimento dell’Unione Europea”.










Lascia un commento