Roma. Bilancio Comune, Smedile: Alemanno recuperi lucidità

(DIRE) Roma, 26 ott. – “Alemanno continua a non volersi prendere le sue responsabilita’ e a nascondersi dietro ad un dito accusando le opposizioni di non voler approvare il bilancio”.
Cosi’ Francesco Smedile, consigliere Udc di Roma Capitale e presidente della commissione Riforme istituzionali per Roma Capitale.

“Probabilmente- prosegue- e’ troppo prigioniero del ‘boia chi molla’ per avere la capacita’ e la lucidita’ necessaria a proporre alle opposizioni una sintesi per superare questa fase di estrema emergenza civica. Il Pdl decida se per loro e’ il Pd l’unica forza di opposizione in Campidoglio con la quale sceglie di dialogare. Poi se lo tenga anche come unico interlocutore”.
“Da evitare poi- aggiunge Smedile- quei ragionamenti da ‘disperati dell’assurdo’ al punto tale che la mia richiesta di chiarimento, pubblico e stringente, e di assunzione di responsabilita’ venga inoltre interpretata come un soccorso o peggio come un inciucio. Anche l’Udc ha il peso politico per abbattere il centrodestra, come dimostrato ieri nel Municipio VIII e come mi auguro accada il 30 ottobre al Municipio XIII”.
“Purtroppo Roma- puntualizza ancora il consigliere Udc- paga un ulteriore prezzo altissimo senza bilancio. Quindi le opposizioni, dopo aver fatto capire alla citta’ che la maggioranza non esiste piu’, dovranno assumersi straordinarie responsabilita’ ed avviare una fase di cambiamento. Siamo pronti a salvare la citta’, ma solo dopo la nota di preavviso di commissariamento da parte del prefetto. Mi auguro che i capigruppo, a quanto pare in altre faccende affaccendati, sappiano a questo punto cogliere realmente questo l’appello insieme a quello inviatogli nei giorni scorsi” conclude Smedile.










Lascia un commento