Salute. Vaccini, Binetti: interrogazione per verifica questione

(DIRE) Roma, 26 ott. – “Pronta una interrogazione parlamentare urgente per verificare la questione vaccini”.
La annuncia Paola Binetti, parlamentare Udc.
“Siamo un paese che invecchia e in genere invecchia anche bene perche’ in genere siamo ben assistiti dai nostri medici del Servizio sanitario nazionale, che hanno incluso tra le buone pratiche d’autunno la vaccinazione semi-obbligatoria per tutti gli anziani e per le fasce piu’ deboli della popolazione. Una misura preventiva che riduce il numero delle persone che prendono l’influenza”.
Ma, continua l’esponente Udc, “quest’anno qualcosa si e’ inceppato nella complessa macchina organizzativa delle vaccinazioni di massa previste per i rituali d’ottobre. La Novartis sapeva fin da luglio che alcuni dei lotti di vaccini predisposti presentavano dei problemi eppure non ha lanciato con la tempestivita’ necessaria il suo grido di allarme. Solo un intervento di grande fermezza del ministro Balduzzi ha posto un divieto inderogabile alla vendita dei vaccini. Il panico si e’ diffuso velocemente tra i potenziali consumatori: sia perche’ qualcuno aveva gia’ assunto il farmaco e temeva per le conseguenze, sia perche’ molti altri non avevano potuto acquistare il farmaco. Davvero un brutto pasticcio in cui restano troppe ombre e troppe manipolazioni della verita’ umana e scientifica.
“E’ eticamente intollerabile che le aziende produttrici di farmaci non comunichino prontamente i risultati negativi ottenuti dai loro prodotti. Eppure questa e’ una prassi abbastanza diffusa. Questa battaglia per la trasparenza dei dati e per la loro assoluta tempestivita’ va combattuta con energia e determinazione da parte del nostro governo, attraverso il ministero della Salute, l’Aifa e l’Ema, l’agenzia europea dei farmaci”.










Lascia un commento