Udc, Cesa: No alternative a intesa tra Pd e asse moderati

Se emerge Pdl fa riferimento a Ppe troverà in noi interlocutori Roma, 4 nov. (TMNews) – “Bisogna essere realisti. In Parlamento ci ritroveremo consistenti forze populiste, come il Movimento 5 stelle, che si aggiunge a Idv e Lega Nord. Non vedo allora alternative all`intesa tra Pd, asse portante dell`area riformista, e i moderati. Tra questi ultimi annovero anche quella parte del Pdl che la pensa come noi. Se emergerà un Pdl che fa riferimento al Ppe, con moderati come Alfano, troverà in noi degli interlocutori”. Lo ha affermato Lorenzo Cesa, segretario dell’Udc, in un’intervista al Quotidiano di Puglia. “Il momento – ha osservato – impone massima chiarezza. Con il Pd abbiamo condiviso un percorso, prima di opposizione a Berlusconi e poi di sostegno a Monti. Nel centrosinistra però c`è chi la pensa diversamente su molti punti. Pd e Sel hanno posizioni diametralmente opposte sul governo Monti. Per quanto ci riguarda, riteniamo che per la prossima legislatura, al di là di chi guiderà il governo, bisogna comunque tenere salda e al centro l`esperienza di questo esecutivo. Monti ha rappresentato discontinuità rispetto al passato, un governo del fare, concreto e con una linea ben chiara”.










Lascia un commento