Lavoro. Domani Fornero e Bonanni a convegno Udc

(DIRE) Roma, 5 nov. – Individuare percorsi innovativi per favorire l’occupabilita’ e saldare il patto generazionale in tema di lavoro e pensioni, prendendo ad esempio il modello del “Progetto Ponte”, novita’ introdotta nell’accordo per il rinnovo del contratto nazionale dei chimici e nei servizi bancari.

Con questo obiettivo l’Udc ha organizzato per domani, martedi’ 6 novembre, alla Camera (ore 17, sala della Mercede, via della Mercede 55) un convegno dal titolo “Una poltrona per due. I patti di solidarieta’ generazionale: voci a confronto”, al quale parteciperanno il ministro del Lavoro e Politiche Sociali Elsa Fornero e il segretario della Cisl Raffaele Bonanni. La conclusione dei lavori sara’ del segretario nazionale dell’Udc Lorenzo Cesa.

Il convegno, organizzato dalla dottoressa Anna Paola Sabatini, vedra’ nel ruolo di relatori il parlamentare dell’Udc Nedo Poli (commissione Lavoro Camera), il professore di diritto del Lavoro all’Universita’ “La Sapienza” di Roma Mattia Persiani, il docente Ordinario di diritto del Lavoro presso lo stesso ateneo Pasquale Sandulli, il direttore generale dell’Inps Mauro Nori e il vice presidente nazionale dell’Enpacl Matteo Robustelli.

“In un momento in cui i giovani hanno drammatiche difficolta’ ad accedere al mondo del lavoro- spiega Cesa- il Progetto Ponte, che rende part-time i contratti di chi e’ prossimo al pensionamento consentendo ai giovani di entrare in azienda e di formarsi grazie all’attivita’ di tutoraggio della stessa persona in uscita, rappresenta uno straordinario esempio di quella solidarieta’ tra generazioni che serve all’Italia per uscire dalla crisi. Discuteremo con autorevoli esponenti del governo, dei sindacati, del mondo universitario e delle professioni per capire se e come questo modello possa essere esportato in altri ambiti della nostra societa’”.

 










Lascia un commento