Terremoto, Calabria: Gallo, sospendere pagamento tasse e tributi re

(ASCA) – Reggio Calabria, 5 nov – ‘Maggiori risorse finanziarie da reperire nel bilancio regionale. E poi, se necessario, valutare l’ipotesi di costituire un fondo di solidarieta’. E ancora: la sospensione del pagamento di ogni tributo o tassa regionale nei territori colpiti dal sisma, con contestuale riapertura dei termini per il condono del bollo, chiuso lo scorso settembre’. Questi i contenuti della proposta che il vicecapogruppo dell’Udc in Consiglio regionale della Calabria, Gianluca Gallo, si accinge a presentare in Consiglio.

‘In queste ore – spiega Gallo – sto valutando, da un punto di vista tecnico e politico, se trasformare questa iniziativa in una legge di un paio di articoli o in una mozione che impegni il Governo regionale ad agire nel senso indicato. Invitero’ i capigruppo di maggioranza a condividere l’idea. Mi auguro che, in ogni caso, vasto ed ampio sia il consenso delle forze politiche e dei gruppi consiliari regionali: c’e’ una parte di Calabria che ha bisogno d’aiuto’.

Il riferimento e’ alle popolazioni dei paesi dell’area del Pollino, ormai da due anni interessate da uno sciame sismico che il 26 ottobre scorso ha raggiunto l’apice, con una scossa di intensita’ pari a magnitudo 5.0, foriera di gravi danni ad abitazioni, aziende, luoghi di culto, edifici privati, in particolare a Mormanno, Laino Borgo e Morano Calabro.

‘Il Dipartimento nazionale di Protezione Civile – ricorda Gallo – ha negato che sussistano le condizioni per dichiarare lo stato d’emergenza. Questa decisione, opinabile e rispetto alla quale anche le nostre delegazioni parlamentari stanno adoperandosi perche’ il Governo cambi idea, priva di strumenti e risorse i paesi colpiti dal movimento tellurico e gli enti locali territoriali. Nell’attesa che Roma muti orientamento, e’ urgente che la Calabria e i calabresi facciano la propria parte’.

Segue la proposta: ‘La Regione, che ha gia’ stanziato somme considerevoli, puo’ e deve fare di piu’, come del resto la invita a fare l’ordine del giorno gia’ approvato all’unanimita’ dall’Aula. E’ opportuno individuare nel bilancio regionale ulteriori fondi da destinare all’emergenza. In secondo luogo, credo si possa discutere della costituzione di un fondo di solidarieta’ cui abbinare la riapertura dei termini del condono per il bollo auto, con correlata temporanea sospensione del pagamento di tributi e tasse di matrice regionale, limitatamente ai residenti nel comprensorio del Pollino’.

Conclude Gallo: ‘Si tratta di misure utili alla costituzione di un fondo da destinare agli interventi di bonifica idrogeologica dei territori vittima del sisma e ad alleviare i disagi delle popolazioni del comprensorio. Di certo non un traguardo, ma un punto di partenza lungo la tortuosa strada che deve condurre alla perduta normalita”.

 










Lascia un commento