Province: De Poli a Goisis, noi Udc uniti e favorevoli ad abolizione

Padova, 7 nov. (Adnkronos) – “Gli amministratori Udc sono in linea con il partito e non contestano la proposta di riordino del Governo ma l’assenza della Regione. La nostra posizione e’ chiara e ci trova compatti, al contrario la Lega e’ sempre piu’ in confusione”.

Cosi’ il deputato Udc e coordinatore regionale del partito in Veneto Antonio De Poli replica alla parlamentare della Lega Paola Goisis secondo cui “i sindaci contro il riordino dovrebbero fare pressione sui partiti della maggioranza per spingerli a non votare il decreto”.

“Noi dell’Udc da sempre siamo a favore dell’abolizione delle Province, al contrario della Lega che, invece, vuole salvare le careghe. Prima di esprimere il mio voto in Parlamento – annuncia De Poli – e prima ancora di prendere una posizione sul futuro riassetto del Veneto, ci siamo confrontati con il territorio e con i nostri amministratori. Noi dell’Udc siamo uniti e facciamo una proposta. Il Carroccio, invece, e’ sempre piu’ diviso e, mentre nelle altre Regioni si sta serenamente avviando una discussione sul riordino delle Province, in Veneto con la Lega c’e’ chi vuole mantenere tutte e sette le province. Siamo alla follia’.

‘La Goisis dovrebbe chiedersi come mai c’e’ chi come Gobbo e’ d’accordo alla Pa-Tre-Ve, mentre Muraro si dice contrario e un altro leghista, Zaia, invece preferisce starsene zitto. La Lega e’ in confusione ed e’ divisa -insiste- Noi dell’Udc ci assumiamo le nostre responsabilita’, in Parlamento voteremo per il riordino voluto da Monti. L’obiettivo e’ snellire l’apparato della Pubblica amministrazione e ridurne i costi. Gli italiani sono d’accordo con noi”, conclude De Poli.










Lascia un commento