Bimbo Padova: De Poli, serve calendario degli incontri

Padova, 8 nov. (TMNews) – “Se la struttura della casa famiglia che ospita Leonardo non consente al piccolo di vedere la madre, come prevede la sentenza della magistratura, bisogna intervenire al più presto. A tutela del minore va presto definito un calendario di incontri ‘protetti’ ma che assicurino al piccolo una continuità relazionale anche con la madre”.

Lo afferma il deputato Udc Antonio De Poli intervenendo dopo l’appello lanciato stamane dalla mamma del bimbo di Cittadella prelevato con la forza da scuola dalla polizia.

“Mi auguro che il Comune faccia tutte le verifiche del caso. È importante che i toni della madre siano stati più concilianti”, prosegue De Poli che rilancia la sua proposta “di dar vita a strutture protette dove, attraverso lo strumento della mediazione familiare, entrambi i genitori possano essere aiutati e supportati da un’equipe di specialisti per sciogliere la conflittualità all’interno della coppia che va a danno solo del minore”.

“Come il caso di Padova ci ha insegnato – ha concluso De Poli – non si deve mai cancellare un genitore dalla testa dei piccoli, al contrario va garantita la continuità relazionale in un contesto sereno e armonico”.

 

 










Lascia un commento