Camera, visita Papa: Casini, ispiri chiunque governerà Italia

(ANSA) – ROMA, 14 NOV – ‘Speriamo che le parole del Santo Padre continuino ad ispirare l’azione di chiunque sara’ chiamato a rappresentare l’Italia nel futuro prossimo e negli anni a venire. Nella nostra memoria di piccoli co-protgonisri di quella grande giornata risuona ancora la voce vibrante di Giovanni Paolo II e la Sua invocazione finale: ‘Dio benedica l’Italia’. Cosi’ il leader dell’UDC Pier Ferdinando Casini conclude il suo discorso alla commemorazione della visita di Giovanni Paolo II a Montecitorio, dieci anni fa.

Casini, che da Presidente della Camera il 14 novembre 2002 accolse il Pontefice nella sua storica visita al Parlamento insieme al Presidente del Senato Marcello Pera, rievoca i passaggi fondamentali del discorso del Santo Padre, e ritiene ad esempio ‘doveroso fare autocritica’ sul mancato rispetto del cammino indicato per ‘riconoscere le ragioni ed i valori unificanti del nostro stare insieme in Europa, cogliendo in primo luogo il significato delle comuni radici cristiane’.

‘C’e’ un punto invece, sul piano nazionale – prosegue Casini – su cui in questi dieci anni la distanza tra le parole pronunciate dal Pontefice e la realta’ italiana ha incominciato timidamente a ridursi: Giovanni paolo II si era detto certo che l’Italia avrebbe potuto affrontare anche le prove piu’ dolorose, facendo ricorso a tutte le risorse morali di cui dispone, ma che avrebbe potuto farlo solo se fosse rimasta unita. Questo processo di avvicinamento e’ iniziato proprio in questa sede, nel Parlamento, dove forze politiche che hanno dato luogo a scontri e divisioni apparentemente inconciliabili per anni, sospinte dall’asprezza della crisi, hanno saputo trovare punti di intesa importanti per fronteggiarla. E come ha ripetutamente sottolineato il presidente del Consiglio Monti, gli italiani hanno offerto una volta di piu’ dimostrazione di una straordinaria maturita’, compostezza e dignita’ nell’accettare i a sacrifici imposti dalla realta”.

‘Tra pochi mesi spettera’ di nuovo alla politica dare prova di aver compreso fino in fondo la gravita’ del momento per non rendere vani questi sacrifici’, ha concluso Casini auspicando che chiunque governera’ l’Italia si ispiri alle parole del Papa polacco, in quella storica visita al Parlamento italiano, durante la quale invito’ le forze politiche ad agire unite per il bene comune. (ANSA).

 










Lascia un commento