Sciopero europeo: Casini, ieri non solo cretini, serve unità

(AGI) – Roma, 15 nov. – “La giornata di ieri e’ stata drammatica e non si puo’ dire che ieri in giro c’erano solo dei cretini”. Pier Ferdinando Casini guarda alla “giornata di ieri”, segnata anche da violente contestazioni, e avverte che si tratta di “un segno di un disagio sociale fortissimo che c’e’, perche’ molte fasce sociali si trovano nella disperazione”. “Io ritengo che sia per questo fondamentale che forze diverse si trovino insieme in questa fase”, dice dunque il leader centrista.

Rivolgendosi a Bersani e Alfano, ospiti con lui della tavola rotonda organizzata dalla Cna, Casini torna a dire che “quando Bersani parla di un patto tra progressisti e moderati coglie un aspetto della questione a cui non ci si puo’ sottrarre: io credo che se non si continua sulla strada di questo governo non si risolveranno i problemi ma si tornera’ indietro”.










Lascia un commento