L. Elettorale: Casini, Non capisco le sceneggiate senza senso

Roma, 15 nov. (TMNews) – “Sulla legge elettorale è pienamente legittimo che le nostre idee possano non coincidere, anche se confesso che faccio fatica a capire il perché di una sceneggiata senza senso: i nostri tecnici avevano individuato un`intesa già prima dell`estate. Comunque lavoreremo ancora perché è necessario che le forze che sostengono il governo decidano insieme e soprattutto che si restituisca agli italiani la possibilità di scegliere i propri parlamentari”.
Lo afferma Pier Ferdinando Casini in una intervista al settimanale Panorama, motivando le votazioni sulla riforma elettorale insieme al Pdl e alla Lega anziché al Pd.

 

Il leader Udc respinge l’accusa di puntare a un sistema politico instabile per poi fare l’ago della bilancia: “Mediatore, ago della bilancia, queste definizioni non significano nulla. Chi ha i voti li pesa, chi non ce li ha va a casa. Io a questa regola mi sono sempre attenuto da quando faccio politica. Non ho vinto un concorso all`università, mi sono ‘verificato’ nei processi elettorali, anche nell`ultimo periodo, con una lista Casini”.

 










Lascia un commento