Procreazione, Udc: Balduzzi presenti ricorso

(DIRE) Roma, 20 nov. – “Osserviamo che tra una settimana scade il termine per la presentazione, da parte del governo, del ricorso avverso alla sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo contro la legge 40. Al di la’ del merito circa il divieto di diagnosi pre-impianto nella fecondazione assistita, va da se’ che si tratta innanzitutto di un atto dovuto, come del resto gia’ affermato dallo stesso ministro Balduzzi. Aggiungiamo che tanto su tale ricorso quanto sulle linee-guida il ministro della Salute e’ in grave ritardo”. Lo affermano in una nota congiunta i deputati dell’Udc Luca Volonte’, Paola Binetti e Marco Calgaro.










Lascia un commento