Ddl stabilità: Casini, avanti con Monti, e Italia ce la può fare

Roma, 22 nov. (TMNews) – La legge di stabilità che la Camera si appresta a votare “coniuga rigore, equità e crescita”, “mettendo in sicurezza i conti pubblici, aiutanto le imprese e le famiglie con figli e con disabili”. E questo “non è un miracolo, ma solo il primo risultato dei sacrifici fatti in questi mesi e di una politica di serietà”, Pier Ferdinando Casini spiega così – nell’aula della Camera – il sì del gruppo Udc al ddl.

“Continuando così, l’Italia ce la può fare”. Puntando l’indice contro quelle forze che “stando al governo fino a un anno fa, hanno contribuito a determinare questa situazione”, ma anche quelle che “tengono un atteggiamento di lotta e di governo, approvando in Parlamento i sacrifici e criticandoli nelle piazze”, calcando “il populismo e il malcontento” e “facendo concorrenza a Beppe Grillo”.

Ma per il leader dell’Udc “interrompere ora il percorso avviato con il governo Monti significa rendere vani i sacrifici fatti finora per tornare sull’orlo del baratro”. I risultati della “serietà”, riconosce Casini, “si vedranno nei prossimi anni”, a vantaggio “dei nostri figli”. Ma già con la legge di stabilità “si iniziano a vedere i primi risultati”. Dunque “serve ancora serietà, oggi anche più di ieri”.










Lascia un commento