Pdl: Carlino, Casini ha ragione su Berlusconi in confusione

(AGENPARL) – Roma, 26 nov – “Il nostro leader Pier Ferdinando Casini ha ragione. Il minimo che si possa dire di Berlusconi è che è confuso”. Lo dichiara l’esponente Udc e consigliere regionale del Lazio Roberto Carlino. “Ancora una volta Berlusconi, incapace di ricomporre le enormi fratture presenti all’interno del partito della libertà da lui fondato su un predellino a Milano, spera di ripresentarsi agli italiani come salvatore della patria e per farlo non trova di meglio che attaccare Pier Ferdinando Casini.

A mantenere la parola – continua Carlino – dovrebbe essere il Cavaliere che prima dice di volere fare un passo indietro e poi annuncia, quasi a suonare come una minaccia, di volersi forse rimettere in gioco. L’impressi one è che siamo ai titoli di coda di una storia ormai finita, quella tra Berlusconi e gli italiani. Una storia durata un ventennio, un periodo troppo lungo, che ha lasciato al nostro paese pesanti strascichi e su cui speriamo gli italiani vogliano finalmente mettere una pietra sopra. Dobbiamo voltare definitivamente pagina e per farlo non abbiamo altra strada che quella indicata da Pier Ferdinando Casini e dal segretario nazionale Lorenzo Cesa, ossia andare avanti con l’agenda Monti e proseguire con il lavoro di un Governo che, pur tra mille difficoltà, sta rimettendo in carreggiata l’Italia.

Occorre avviare una fase politica nuova, accantonare definitivamente il berlusconismo, proseguire con il progetto della Lista per l’Italia e mettere le basi per il dialogo tra moderati e progressisti, tenendo ben lontano quel populismo di cui francamente non si sente più il bisogno. Mi auguro – conclude Carlino – che l‘Udc segua l‘intuizione del più grande statista italiano Alcide De Gasperi e tenda ad essere‘u n partito di centro che guarda verso sinistra‘”.

 

 










Lascia un commento