Sanità. Binetti: quella cattolica e’ un’enorme risorsa

(DIRE) Roma, 14 feb. – “La sanita’ cattolica e’ una enorme risorsa per l’intero servizio sanitario nazionale”. Lo sostiena Paola Binetti, deputato Udc, che ha coordinato un dibattito alla camera sul servizio sanitario nazionale. Binetti considera “significativa la storia della sanita’ cattolica, che ha ampiamente anticipato il sistema sanitario nazionale e tuttora consente nuovi modelli di sperimentazione organizzativa, una selezione diretta e meritocratica del personale, una partecipazione piu’ ampia ai processi decisionali. A cominciare dal personale sanitario: caposale, tecnici di laboratorio e della riabilitazione fisica ed occupazionale. A loro, nei diversi servizi, viene demandata una responsabilita’ dirigenziale che ne fa i protagonisti indiscussi del processo di trasformazione del sistema”. Quindi, aggiunge Binetti, “sempre meno ospedale-centrico e sempre piu’ aperto alla dimensione territoriale, sempre meno medico-centrico e sempre piu’ centrato sui bisogni concreti diretti del paziente. L’ospedalita’ cattolica si sta riappropriando di un protagonismo culturale che si basa sull’umanizzazione della medicina, ma si incarna in strutture decisionali di rigore economico, di appropriatezza dei processi, di innovazione organizzativa”. Alla tavola rotonda, sono intervenuti l’on. Domenico Di Virgilio, il Senatore Claudio Gustavino, il Prof. Sergio Bernardini e il Prof. Giuseppe Profiti, direttore generale del Bambin Gesu’, che ha saputo provocare l’intero uditorio dei professionisti sollecitandoli a giocare un ruolo di crescente competenza sotto il profilo manageriale, per appropriarsi all’interno della struttura di un nuovo ruolo di decisore globale.










Lascia un commento