Sanita’. Ciocchetti: Pertini, un ospedale dalle molte eccellenze

(DIRE) Roma, 14 feb. – “E’ stata una lunga visita nella quale ho avuto modo di constatare il lavoro importante e concreto che ogni giorno il dott. Vittorio Bonavita e il suo staff medico svolgono all’interno del Pertini”. Lo racconta Luciano Ciocchetti, candidato Udc alla Camera dei Deputati nel Collegio Lazio 1, a margine della visita presso l’Ospedale Sandro Pertini di Roma, accompagnato da Pietro Sbardella, candidato al Consiglio regionale con la Lista civica per Bongiorno presidente, dal direttore generale Vittorio Bonavita, dal direttore sanitario di presidio Cesira Piscionari. “All’interno del Pertini sono molte le realta’ di eccellenza sanitaria che vanno supportate e incentivate a svolgere il loro lavoro. Partendo dall’equipe del pronto soccorso- aggiunge Ciocchetti- che opera in modo coeso e responsabile per snellire con criterio le emergenze. Ho avuto modo di visitare il percorso senologico, realta’ unica in tutta Roma, che accompagna la donna affetta da tumore al seno dallo screening fino all’intervento e durante i controlli periodici mediante il supporto psicologico. L’ambulatorio di sclerodermia che rappresenta una realta’ importante e di qualita’ all’interno dell’azienda. Strutturato come day ospital, l’ambulatorio che e’ stato istituzionalizzato e prende in carico pazienti provenienti da tutto il territorio nazionale”. “Posso dire- sostiene il candidato centrista- che il paziente e’ messo al centro, viene accolto, curato e seguito durante la degenza e il percorso riabilitativo e di reinserimento. Un’altra eccellenza del Pertini e’ il centro SPOKE per la rete ictus, che ha come riferimento l’HUB di Torvergata. Il day ospital oncologico, nel quale, mettendo in atto la procedura snella di day ospital si riesce a tenere in cura i pazienti che necessitano di terapie oncologiche. Ho trovato un ospedale ben organizzato, molto pulito e decoroso, con percorsi di emergenza e di cura in grado di dare delle risposte importanti ai cittadini. Ringrazio il direttore e tutti i responsabili dei reparti che mi hanno accompagnato in questa visita” conclude Ciocchetti.










Lascia un commento