Energia. Porto Tolle, De Poli a Bianchi: no ideologia

(DIRE) Roma, 7 mag. – “Credo che piu’ che mai in questo momento sia necessario superare i muri ideologici per guardare al bene comune”.
Cosi’ il senatore veneto dell’Udc Antonio De Poli commenta le affermazioni di Stella Bianchi, responsabile Ambiente del Pd che, rivolgendosi al ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato, boccia l’ipotesi della conversione a carbone della centrale Enel di Porto Tolle.

“Con la Bianchi concordo sull’importanza di investire sulle rinnovabili e questo ha una particolare valenza soprattutto nel Padovano dove ci sono molte aziende che operano nel settore del fotovoltaico. Tuttavia, seppure nel rispetto doveroso dell’ambiente, non si puo’ porre un veto ideologico. Dobbiamo guardare allo sviluppo del Polesine e alla valorizzazione del nostro territorio”, prosegue De Poli secondo cui “Porto Tolle deve rimanere una priorita’”.
L’incontro Zaia-Zanonato “ritengo sia stato molto positivo e testimoni che le istituzioni, quando vogliono, al di la dei colori politici, possono lavorare in sinergia per il bene comune”, connclude il senatore Udc, che lancia un invito al governo: “Ora il ministro Zanonato verifichi la disponibilita’ dell’Enel ad investire su Porto Tolle”.

 

 










Lascia un commento